ERAVAMO GIOVANI E INCOSCIENTI

Quarto titolo della nuova collana Pagine Alvento, che nasce dal progetto Alvento – Italian Cycling magazine, la nostra rivista di ciclismo.

Nel 2009, un anno prima di morire di cancro a soli 50 anni, Laurent Fignon, fuoriclasse degli anni Ottanta – due Tour, un Giro, due Milano-Sanremo – pubblicò la sua autobiografia, Eravamo giovani e incoscienti. Tredici anni dopo, siamo felici di presentare ai lettori italiani questa autentica e vibrante testimonianza di vita e passione sportiva, scritta con la veemenza, l’audacia e la sfrontatezza di chi non ha mai avuto paura di chiamare le cose con il proprio nome: l’estasi del successo e l’acre sapore della sconfitta, la sfida impertinente lanciata ai mostri sacri e i compromessi con il doping.

Traduzione di Gino Cervi, art direction Tundra.

21,00 

Potrebbe interessarti anche:

SOLO - Vita in fuga di Thomas De Gendt

Il primo titolo della nuova collana Pagine Alvento, che nasce dal progetto Alvento - Italian Cycling magazine, la nostra rivista di ciclismo.

Si tratta della storia di Thomas De Gendt, corridore belga molto amato per il suo spirito combattivo e per la sua voglia di affrontare le corse davanti al gruppo, in fuga, da solo.
Che poi è anche una metafora della vita, e della sua vita.
Una storia di ciclismo autentica.

Traduzione di Davide Trovò, editing di Filippo Cauz, direzione editoriale di Gino Cervi, art direction Tundra.

COD: Eravamo giovani e incoscienti Categorie: , Tag: , ,