10,00 

Il numero 16 di agosto 2021 della rivista Alvento.
240 pagine dedicate all’intuizione e all’interpretazione personale.
Perché in fondo non è una questione di biciclette, ma della voglia di metterci alla prova che c’è dentro ognuno di noi.
Alvento is a state of mind.
#alvento


COD alvento16 Categoria Tag , ,


Condividi
Descrizione

Lachlan Morton è alvento. Altroché se lo è. Perché parte da solo, con le sue borse e si fa il Tour de France come piace a lui, senza bisogno di una classifica o di una maglia per sentirsi dire che è bravo. E per certi versi ottiene più seguito dei colleghi in corsa.

Egan Bernal è alvento. Perché uno che molla tutto e viene a vivere giovanissimo in un altro Paese, in un altro continente, in un’altra cultura per diventare un corridore vero è uno che non ha paura di prendere il vento della vita in faccia.

Luis Fernando Saldarriaga è alvento. Perché in Colombia prova a sovvertire delle logiche politiche e a portare quelle metodologie di allenamento che potrebbero consentire un vero sviluppo del talento dei giovani. Ma deve farlo contro un sistema che non ne vuole sapere.

 

Fabio Cuttica è alvento. Perché un fotoreporter che ama il ciclismo ha scelto di vivere a Bogotá per documentare quello che succede in un Paese dilaniato da lotte intestine e allo stesso tempo ha trovato le motivazioni per regalarci immagini stupende di ciclismo.

Alessandro De Marchi è alvento da tutta la vita. E la maglia rosa che ha indossato qualche giorno è stato il giusto premio per un corridore che sa cosa voglia dire sacrificarsi per gli altri, non solo in sella a una bicicletta.

Mikel Delagrange è alvento come pochi. Perché un americano che fa l’avvocato al Tribunale per i diritti umani de L’Aja e che ha dedicato la sua vita alle violenze in Africa, quando decide di organizzare una competizione di Gravel tra Kenya, Rwanda e Uganda per insegnare i valori del ciclismo agonistico ai giovani del posto e non per fare un safari in bicicletta per europei benestanti è uno da abbracciare forte.

Federico Damiani è alvento e non lo scopriamo oggi. Il suo racconto del Tuscany Trail, corso in un fine settimana insieme a Frank Bettini è la sfida del calabrone a cui non va giù quella storia che gli hanno detto che non potrebbe volare (e infatti in queste ore sta correndo la North Cape 4000).

Paola Pezzo è stata alvento. A voglia se è stata alvento. E ha fatto innamorare della mountain bike una generazione di italiani a cavallo degli anni 2000.

Voi siete alvento, tutti quanti. Perché è grazie al vostro modo di essere, al vostro stile, alla vostra fantasia che è stato possibile (e lo è tutti i giorni) costruire una rivista così che non fa altro che raccontare storie di persone con il pretesto della bicicletta.

Alvento is a state of mind.

Cover: © Rapha | Lucy Le Lievre

Informazioni aggiuntive
Peso 0,9 kg
Dimensioni 28,5 × 23 × 1 cm
Mese

agosto

Anno di pubblicazione

2021

Numero di pagine

240

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “ALVENTO 16”