La Buyer’s Guide 2016 è il numero speciale della rivista Skialper dedicato ai test materiali (sci, scarponi, attacchi e pelli) per lo scialpinismo in tutte le sue forme: gara, ski touring, freetouring e freeride. Da quest’anno è presente anche una ricca sezione dedicata allo snowboard nella declinazione splitboard.
Si tratta di un lavoro molto ricco, unico nel suo genere, da oltre 350 pagine e con più di 200 prodotti testati. Senza dubbio il test più approfondito per l’attrezzatura da montagna (in laboratorio e sulla neve) a livello internazionale.

Da quest’anno è realizzato in doppia lingua italiano/inglese.

Disponibile nelle migliori edicole, su app iOS e Android, oppure acquistabile direttamente su questo sito.

Nel video seguente una presentazione del progetto

The 2016 Buyer’s Guide is a special issue of Skialper magazine, entirely dedicated to ski touring gear tests (we’re talking skis, boots, bindings and skins) in all shapes and sizes: race, ski touring, freetouring and freeride.  As of this year, we also have a significant feature dedicated to snowboard, more precisely splitboards.

This is a thorough, meticulous job, for a hefty 350 pages, with tests involving more than 200 products. Undoubtedly an exhaustive, in-depth analysis of mountain gear (tested on the snow and in the lab) at an international level.

New for this year: Italian-English parallel texts, throughout.

It is available from the best newsagents, on the iOS and Android apps, or you can purchase it directly from our website.

Here is a video introducing this project:

 

 

 

 

categorie

 

 

 

 

 

 

 

 

 

LA TABELLA SKIALPER

Di acqua sotto i ponti ne è passata parecchia da quando abbiamo iniziato a testare attrezzatura per lo sci da montagna. Quest’anno, in particolare, l’offerta è cresciuta tantissimo, dato che ai costruttori tradizionali di sci e scarponi si sono aggiunti numerosi nuovi marchi. Ognuno di questi con una propria filosofia, rendendo assai complicato orientarsi. Così, per facilitare le cose a chi deve acquistare, ma anche a chi deve vendere i vari prodotti, abbiamo studiato una tabella riassuntiva che suddivide l’attrezzatura da scialpinismo in quattro principali segmenti.

Una tabella piuttosto precisa, i cui valori sono stati confermati pressoché nella totalità dei casi dal comportamento sulla neve di sci e scarponi.

Tenetela in considerazione per i vostri acquisti!

SCIALPINISMO GARA*

Descrizione: competizioni classiche di scialpinismo in ambiente, gare notturne di sola salita, vertical.

Sci: peso ≤ 700 gr – larghezza al centro ≤ 70 mm

Scarponi: peso ≤ 750 gr


SCIALPINISMO SPORTIVO*

Descrizione: allenamento, gare nella ‘pancia del gruppo’, attività fitness in pista, escursioni fast&light di grande dislivello.

Sci: peso da 700 a 950 gr – larghezza al centro da 70 a 80 mm

Scarponi: peso da 750 a 1.100 gr

Ecco i modelli testati per la Buyer’s Guide 2016


SCIALPINISMO CLASSICO

Descrizione: la classica concezione dello scialpinismo, con attenzione alla salita, velocità controllata e archi chiusi in discesa, grandi dislivelli, tutti i tipi di gite.

Sci: peso da 950 a 1.300 gr – larghezza al centro da 80 a 90 mm

Scarponi: peso da 1.100 a 1.400 gr

Ecco i modelli testati per la Buyer’s Guide 2016


SCIALPINISMO MODERNO

Descrizione: non in contrapposizione al classico, ne è invece una derivazione. Stesso genere di attività con un occhio in più alla discesa e al ripido rispetto alla salita e alle lunghe percorrenze.

Sci: peso da 1.300 a 1.650 gr – larghezza al centro da 90 a 115 mm

Scarponi: peso da 1.400 a 1.700 gr

Ecco i modelli testati per la Buyer’s Guide 2016


SCIALPINISMO FREERIDE

Descrizione: il freeride utilizzando le pelli per salire, magari dopo un arroccamento con gli impianti. ‘By fair means’ e senza l’uso di elicotteri.

Sci: peso da 1.650 a 2.150 gr – larghezza al centro da 100 a 130 mm

Scarponi: peso oltre 1.700 g

Ecco i modelli testati per la Buyer’s Guide 2016

* queste due categorie sono state accorpate nel capitolo SCIALPINISMO GARA di questa Buyer’s Guide.

THE SKIALPER CHART 

Many days have gone by ever since we started testing gear for mountain skis. This year, in particular, the offer rose greatly, since new brands were added to more traditional ski and boots manufacturers. Each and every one of them has its own philosophy, making it difficult to find your sense of direction in this maze of opportunities. To make things easier for anyone wanting to purchase an item, but also for retailers selling gear, we crafted a summary chart which divides ski touring gear into four main sections.

This is a rather precise chart, whose values have been confirmed by how skis and boots performed on the snow.

Do bear it in mind before making your purchases!


SKIMO RACE *

Description:  classic outdoor competitions, uphill-only, night races, vertical

Ski: weight ≤ 700 gr – waist width ≤ 70 mm

Boots: weight ≤ 750 gr


SKIMO SPORT*

Description: training, races in the “heart of the group”, piste fitness activities, fast&light outings with big elevation gains.

Ski: weight between 700 and 950 gr – waist width from 70 to 80 mm

Boots: weight from 750 to 1.100 gr

Here skis and boots tested for the Buyer’s Guide 2016

SKI TOURING

Description: ski touring in its old-fashioned conception, taking care during ascents, controlled speed and closed arcs during the descent, big elevation gains, with all types of outings.

Ski: weight between 950 and 1.300 gr – waist width between 80 and 90 mm

Boots: weight between 1.100 and 1.400 gr

Here skis and boots tested for the Buyer’s Guide 2016


FREETOURING

Description: not opposed to classic ski touring, in fact it stems from it. Same range of activities, with an eye for the descent and the steep, with regards to going up and long distances.

Skis: weight between 1.300 and 1.650 gr – waist width between 90 and 115 mm

Boots: weight between 1.400 and 1.700 gr

Here skis and boots tested for the Buyer’s Guide 2016


FREERIDE 

Description: freeride using skins to go up, maybe after having taken the lifts. “By fair means” and without making use of helicopters. (“by fair means” pero’ si prendono gli impianti?? O non ho capito??)

Skis: weight between 1.650 and 2.150 gr – waist width between 100 and 130 mm

Boots: weight over 1.700 g

Here skis and boots tested in this category


* These two categories have been put together in the SKITOURING RACE chapter of this Buyer’s Guide.  

 

 

 

 

procedura

 

 

 

 

 

 

 

 

IL NOSTRO METODO

Come si arriva alla nostra Buyer’s Guide?

Nove mesi di lavoro, tanti quanti ne servono per far nascere un bambino. A volte ci scherziamo su, ma è proprio così. Cerchiamo di riassumere i punti fondamentali del nostro metodo di lavoro.

LA SCELTA

Primo step tra fine gennaio e inizio febbraio. Partecipiamo ai principali eventi riservati alla stampa specializzata per il lancio delle novità e poi incontriamo i responsabili delle aziende all’ISPO di Monaco di Baviera. In questa fase è fondamentale capire in che direzione sta andando il mercato e su quali prodotti puntare per la nuova stagione.

LA CLASSIFICAZIONE

Le informazioni raccolte vengono analizzate e organizzate secondo i nostri parametri. A volte succede, come in questa edizione, che sia necessario apportare modifiche alle categorie e alla suddivisione dei prodotti rispetto agli anni precedenti.

LA RICHIESTA

Sci, scarponi, tavole, attacchi e pelli vengono richiesti alle aziende. La partecipazione al test è assolutamente gratuita, nessuna azienda paga un centesimo per entrare nel programma della Buyer’s Guide. I materiali inviati devono essere nuovi, identici a quelli che entrano nella rete vendita.

LO STUDIO FOTOGRAFICO

Per prima cosa fotografiamo tutti i prodotti: una parte del nostro magazzino viene adibita a studio e i vari attrezzi vengono ritratti nelle varie angolazioni, ma solo dopo un lungo lavoro di ricerca stile per produrre immagini tecniche, fedeli alla realtà e allo stesso tempo accattivanti.

L’ANALISI

Tutta l’attrezzatura viene attentamente analizzata al banco: prima in redazione, dove ci dedichiamo a misurazioni, peso, rilevamenti strumentali con i nostri macchinari. Poi presso il laboratorio di XL Mountain, dove il lavoro viene perfezionato con la valutazione del livello di finitura degli sci e di funzionalità dei meccanismi di scarponi e attacchi.

PREPARAZIONE E MONTAGGIO

Ogni sci viene preparato con lo stesso setup: dieci passaggi in macchina Wintersteiger, sciolinatura ad infrarossi, tuning a 0,5° e affilatura dell’angolo scelto dal produttore. Poi vengono montati con attacchi ATK Race, tutti uguali (a seconda della categoria).

IL LAVORO SULLA NEVE

Solo in questa fase entrano in scena i testatori. Il materiale viene trasferito sui ghiacciai alpini, dove andiamo a cercare le diverse condizioni di neve: polverosa dopo qualche nevicata tardiva, dura trasformata, bagnata, crostosa. I nostri tester professionisti girano, riferiscono le loro sensazioni e compilano schede tecniche di valutazione.

LA REDAZIONE

Forse è la fase più delicata: tutto il lavoro precedente viene assemblato in schede tecniche precise e della stessa lunghezza. Mesi di lavoro vanno sintetizzati in poche righe, con cui si deve orientare la scelta d’acquisto dei nostri lettori cercando di dare tutte le informazioni possibili e valutazioni onestre, trasparenti ed indipendenti.

LA TRADUZIONE

Novità di quest’anno: tutti i testi (ma proprio tutti!) sono stati tradotti in inglese per realizzare questa edizione bi-lingua che sarà distribuita a livello internazionale.

IMPAGINAZIONE E CORREZIONI

Altra fase molto delicata, in cui tutte le foto, le schede tecniche, le valutazioni e le correzioni vengono assemblate in un progetto grafico che permetta di avere tutte le informazioni sott’occhio, senza trascurare l’aspetto grafico. E poi le verifiche e correzioni, indispensabili per un prodotto così ricco di dati, numeri e grafici.

RESTITUZIONE MATERIALI

A lavori completati, tutti i materiali vengono restituiti alle aziende. Niente di ciò che è stato testato rimane nei nostri magazzini. Da quest’anno ogni prodotto che è passato dalle nostre mani viene ‘marchiato’ con l’adesivo ‘hardly tested by Skialper’.

PAROLA AL LETTORE

Ci auguriamo che questo lungo e dettagliato lavoro sia servito per scegliere l’attrezzatura giusta e godersi al meglio le giornate in montagna!

 

OUR PROCEDURE

What path leads to the magazine you’re flicking through?

Nine months of work, that’s as long as it takes for a baby to be born. We sometimes joke about this, but that’s how it feels. Let’s try and list the main aspects of our procedure.

CHOOSING

The first step takes place between the end of January and the beginning of February. We take part in specialised press events, where new items are launched, and then meet the company representatives at the ISPO fair in Munich. At this point, it is vital to understand what direction the market is taking and what products we should focus on for the coming season.

CATEGORISATION

The information we gather is analysed and organised according to our parameters. It may happen that modifications to individual categories and the product division with regards to previous years may be put in place, as it happened for this edition.

REQUESTS

We ask manufacturers to give us skis, boots, boards, bindings and skins. Taking part in the test is free and no company pays a penny to feature in the Buyer’s Guide. The gear reaching us has to be new, identical to the one you’ll find in a shop.

THE PHOTO LAB

First of all we take pictures of all the products. A part of our warehouse becomes a photo lab and the items are shot from various angles. This happens only after having spent time trying to offer technical images, which are faithful to reality, but at the same time enticing.

ANALYSIS

All the gear is then carefully put at bench test: firstly in our offices, where we measure them, weigh them, and gauge them with our equipment. Then, at the XL Mountain lab, all this work is put the final touch with the evaluation of the finish of skis and the functionality of boots and bindings.

PREPARATION AND MOUNTING

Every ski is prepared with the same set up: ten Wintersteiger machine uses, infrared waxing, 0,5° tuning and refinement of the edge chosen by the manufacturer. They are then mounted with ATK Race bindings, which are all the same (according to each category).

THE WORK ON THE SNOW

The testers come in right now. The material is brought onto alpine glaciers, where we search for various snow conditions: powdery after a late snowfall, hard transformed, wet, crusty snow. Our professional testers go up and down, tell us their thoughts and compile evaluation sheets.

EDITING

This is perhaps the most crucial phase: all the preceding work is put together in precise technical sheets, all bearing the same length. Months of work are put into a few lines, which should guide our readers wanting to make a purchase, given them all the possible information and honest, clear and independent evaluations.

TRANSLATION

A novelty for this year. All texts, and we mean ALL of them, have been translated into English to produce this bilingual guide, distributed at an international level.

LAYOUT AND CORRECTIONS

This is another delicate moment, when all photos, technical sheets, evaluations and the corrections are put together in a graphic project which allows you to have all the information under one umbrella, without overlooking the graphic side. And then all the tests and corrections have to be made, an essential part for a product so rich in data, numbers and graphs.

RETURNING THE GEAR

When we’re done with our job, all the gear is sent back to the manufacturers. Nothing of what has been tested stays with us. From this year on, every item we tested has been marked with the sticker “‘hardly tested by Skialper’”

THE FLOOR IS YOURS

Here, our readers can find space for themselves. We hope that this long and thorough job will be of use to people looking for the right gear to best take advantage of days out in the mountains!

.

 

Per ogni categoria abbiamo rilasciato i nostri speciali riconoscimenti:
– ski of the year in ognuna delle 4 categorie previste;
– 4 editor’s choice per ognuna delle 4 categorie previste;
– boot of the year in ognuna delle 4 categorie previste;
– 2 editor’s choice in ognuna delle 4 categorie previste;
– binding of the year in ognuna delle 4 categorie previste;
– split of the year oltre ad alcune segnalazioni speciali.

Questi riconoscimenti saranno ben riconoscibili sfogliando le pagine della Buyer’s Guide 2016 e sono stati realizzati per noi dal designer Matteo Zilla.

We awarded each category with our special mention:
– Ski of the Year in each of the four listed categories;
– 4 Editor’s Choice in each of the four listed categories;
– Boot of the Year in each of the four listed categories;
– 2 Editor’s Choice in each of the four listed categories;
– Binding of the Year in each of the four listed categories;
– Split of the Year in each of the four listed categories.

You’ll be able to spot these awards by flicking through the pages of the 2016 Buyer’s Guide. The logos have been crafted by our designer, Matteo Zilla.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *